#silovoglio: sposarsi in tempi di pandemia, intervista a Tina Citarella, wedding & event planner

Oggi incontriamo Tina Citarella, event planner campana, che opera nel settore degli eventi da più di dieci anni.

Passione, creatività ed originalità sono il leitmotiv e la guida del suo lavoro e della sua quotidianità.  Il suo nome è sinonimo di raffinatezza, emozione e professionalità.

Lasciamo che Tina ci racconti un pò attraverso la sua esperienza diretta come si affronta un matrimonio al tempo del covid.

1. Com’è stato l’ultimo anno per i matrimoni visto dai tuoi occhi?

Sicuramente è stato un anno particolarmente complicato e difficile, ma soprattutto caotico, perché il nostro settore è stato dimenticato da chi di dovere e quindi il caos ha regnato sovrano.
Ma un filo conduttore ha permesso di mantenere viva la speranza e la fiducia nel 2021: l’amore.

Dai dati ufficiali istat le perdite sono abissali, tra l’85 e il 95%. Completamente azzerati nell’ultimo anno i matrimoni degli stranieri, che da ogni angolo del mondo sceglievano le più belle località italiane per dirsi il fatidico sì. Rappresentavano solo il 5,2% delle cerimonie, ma valevano per il 30% del fatturato.
La pandemia ha dunque trasformato i preparativi in una sorta di incubo per i futuri sposi, costretti a rinviare tutto affrontando una giungla di disdette e servizi da riorganizzare.

La cosa curiosa che ho notato è che il 2020 non è stato l’anno dei matrimoni, ma è stato quello delle proposte di matrimonio!
E’ cresciuto il numero dei fidanzamenti ufficiali e si accumulano le nozze per il periodo a venire. Ciò contribuisce indubbiamente ad un allungamento dei tempi standard di organizzazione delle nozze. Solitamente la maggior parte delle coppie prepara le nozze con un anno di anticipo. Questa tendenza si è modificata nel 2021 in quanto gli spostamenti di data provocati dal Covid han fatto sì che tra la proposta di matrimonio e la celebrazione delle nozze passi più tempo rispetto ai canonici mesi di organizzazione. Inoltre le agende del 2021 sono piene e chi si è fidanzato negli ultimi mesi di quest’anno sta fissando la data delle proprie nozze direttamente nel 2022!

 2. #silovoglio perché… quali sono le motivazioni che hanno spinto le coppie a dire “Sì” nonostante tutto?

Alla fine, dopo tanto tempo, la stanchezza dei continui rinvii ha preso il sopravvento sulla situazione pandemica e, piuttosto che rinviare ancora, le coppie di sposi hanno accettato qualsiasi restrizione pur di coronare il loro sogno d’amore. Questa probabilmente è la più grande dimostrazione che l’amore vince su tutto.
Decisamente per la stragrande maggioranza delle coppie, la ragione principale che li ha spinti a dire “si, lo voglio” è il desiderio di portare la storia d’amore ad un livello superiore. Questo desiderio di esprimere i propri sentimenti attraverso un atto simbolico è così reale che ha permesso di rimettere in moto tutta la “macchina” dei matrimoni.
Il matrimonio per fortuna appare ancora come la ciliegina sulla torta della vita di una coppia di successo, in una società che non vede più le nozze come un rito di passaggio necessario per la legittimità della coppia o per la sistemazione familiare.
Che si tratti di matrimonio religioso o civile, rimane forte la volontà di impegnarsi a cambiare, facendo evolvere il proprio rapporto, dimostrando amore reciproco.

3. Con quali sentimenti gli sposi si sono approcciati o si approcciano all’organizzazione della cerimonia?

Per fortuna o purtroppo non siamo tutti uguali, pertanto gli approcci sono stati diversi.
C’è stato chi ha affrontato il percorso con ansia e preoccupazione, chi con calma e leggerezza.
L’approccio giusto ovviamente sta nel mezzo!
C’è chi ha scelto di festeggiare in maniera più intima, con un micro-wedding anche solo di 30 persone e chi invece ha deciso che, non perché i matrimoni saranno più piccoli, i festeggiamenti dovranno esserlo!
Nei micro-wedding c’è un’atmosfera di riunione di famiglia, informalità, scambio e partecipazione a pieno alla giornata da parte di tutti gli ospiti, attività all’aria aperta, ritorno alle tradizioni e creazioni di ricordi.
All’opposto di questa scelta ci sono tutte le coppie di sposi che vogliono attendere il giorno del matrimonio per festeggiare in maniera memorabile. L’attesa e l’incertezza del mantenimento dell’evento lo renderà ancor più carico di aspettativa e di voglia di celebrare. Dall’abito, agli allestimenti, all’intrattenimento, tutto sarà over-sized!

4. Dal 15 Giugno cambiano le regole: ci racconti di più?

Tante, tantissime restrizioni che secondo me non sono giustificate, perché gli ospiti per partecipare agli eventi devono essere muniti di green pass.
Potrei aprire un’ampia discussione su questo tema, ma di natura non sono abituata a polemizzare, piuttosto a cercare soluzioni, quindi mi concentro su quello che si può fare.
Uno dei problemi principali che incontreranno le coppie nel 2021 sarà la scelta della data a causa della qualità dei matrimoni posticipati quest’anno.

Si comincerà quindi a scegliere di sposarsi durante i giorni della settimana, dal lunedì al giovedì.
Ai nostri occhi ci sono solo vantaggi, la maggior parte dei fornitori sono più disponibili, rilassati e contenti di riempire il loro calendario, i costi sono molto più bassi, le location più ambite probabilmente disponibili.
Per quanto concerne la cerimonia in particolare, distanziamento, disinfettanti, regole da rispettare, fanno parte ormai della nostra vita, tanto vale associarli ad un messaggio positivo e mostrarli attraverso un design di tutto rispetto.
Il “save the date” può diventare “Change the date”, sulle nuove partecipazioni da inviare si scrive “Si, lo vogliamo ancora!”, si dice che “l’amore sia contagioso ma anche il coronavirus!”, si invitano gli ospiti a tenere sempre le mani disinfettate e la mascherina. Si collabora tutti insieme insomma per mantenere la celebrazione il più sicura possibile.

Quest’anno ad accogliere gli ospiti all’entrata di qualsiasi chiesa o location prevederemo sempre una piccola station con disinfettante e protocollo anti-covid da rispettare. Nato da questa necessità, ma con un tocco di stile in più, nasce il welcome box. Il primo punto di contatto con gli ospiti, la prima azione di benvenuto che mette a proprio agio, mette in sicurezza perché dispensa disinfettante e mascherina e si sostituisce alla wedding bag.

 

5. Quali sono gli ingredienti per organizzare un evento memorabile?
Il segreto e’ sedersi di fronte agli sposi ed ascoltare con attenzione la loro storia d’amore, che poi racconterò attraverso l’evento e i suoi dettagli.
Il matrimonio deve parlare degli sposi, delle loro abitudini, delle passioni in comune, della loro personalità e deve essere curato nei minimi particolari.
Sopra ogni cosa gli ospiti e gli sposi devono respirare “aria d’amore”, un’atmosfera eterea, impalpabile, da sogno, che possa renderli protagonisti di una favola ad occhi aperti.
Non deve mancare però alla base di tutto una perfetta organizzazione e programmazione di ogni singolo istante della cerimonia, che si pianifica a tavolino molti mesi prima.

6. Puoi svelarci i trend di quest’anno? Abiti, temi, location, allestimento?

Per questo 2021 vorremmo respirare un’aria nuova, ci si concederanno stravaganze e si vorrà godere ancor più dei momenti.
L’attenzione degli sposi si sposterà sulla realizzazione di un matrimonio personalizzato, sulla cura minuziosa dei dettagli e sulla creazione di un’esperienza da vivere e far vivere.

Abiti da sposa: i più celebri stilisti e direttori creativi hanno dato vita a collezioni superlative, le linee classiche degli abiti incontrano quelle più sfacciate ed audaci. La donna da gusti semplici e lineari prende la mano a quella sensuale e provocante. I colori avorio e bianco candido si mischiano ai colori pastello e ai rossi accesi. L’abito da sposa colorato diventa un must have. Sembra non ci siano più regole, ma in realtà si sono solo assottigliati semplicemente i confini tra il mondo bridal e la voglia di essere sé stesse anche in abito da sposa.

Sfila il minimal chic, la donna che abbiamo visto sfilare sulle passerelle 2021 è eterea, sobria ed elegantissima. Molti degli abiti da sposa presentati sono semplici, lisci, sfilano tailleur e pantaloni a palazzo. Le passerelle sono piene di abiti che svolazzano, gonne in tessuti leggerissimi, balze sovrapposte, fantasie geometriche.  In contrapposizione ci saranno abiti etra voluminosi, gonne e sopra gonne esagerate, drammatiche.

Addobbi floreali: la moda che si impone è il garden style, naturale, selvaggio, caratterizzato dalla presenza di molto foliage e pochi fiori, ricercati e profumati (davvero) perché provengono dai coltivatori locali. Si abbandonano le composizioni rigide con spugna floreale e si rispetta il movimento naturale dei fiori sistemandoli in urne vintage di ottone. Ai fiori recisi si affiancano fiori stabilizzati, fiori secchi e graminacee. L’armonia di questi materiali, se creata a regola d’arte, è spettacolare.

Colori di tendenza: total white, toni di rosa e toni pastello, si sono sempre promossi, ma che succede se voleste osare di più? La moda vi darà ragione, color is the new white. Sulle tavole, negli accessori, negli addobbi floreali arrivano colori di cui innamorarsi.
Tra i colori pantone del 2021 ritroviamo ultimate gray e illuminating, ideali per una coppia di sposi stravagante ed originale!

Periodo del matrimonio: Altro trend interessante sarà quello di scegliere di sposarsi in autunno o in inverno. Immaginate un ricevimento dai colori caldi di un sottobosco o un matrimonio total white con neve, pellicce e fiori di cotone!

Food e buffet: il 2021 vedrà protagonisti sulle tavole dei buffet le porzioni singole. Ci abitueremo a vedere delle mini barchette di prelibatezze gastronomiche scelte dagli sposi. Anche la wedding cake, che aveva già subito questa evoluzione, diventerà mono porzione. Arrivano le mini cakes. Belle da vedere e deliziose da mangiare.

Musica e intrattenimento: tra i trend del 2021 si impone un mix di eleganza, modernità e musica da ballare. Anche le foto diventano più intime, si catturano attimi di condivisione, pochi ma intensi. Le foto di gruppo sulle scalinate sono preistoria, i tradizionali album scompariranno, ci saranno scatti aerei, selfie e si cattureranno momenti.

Per il resto è importante seguire sempre i desideri e i gusti degli sposi, facendolo con amore e tanta passione.